ICE: IL MADE IN ITALY PIACE AI CINESI
ICE: IL MADE IN ITALY PIACE AI CINESI

Roma 29 set. - (Adnkronos) - Continuano ad essere sostenuti i rapporti commerciali dell'Italia con la Cina. Lo confermano i dati di interscambio che vedono un trend dell'export sui livelli eccezionali del 1993 (+110%), e una crescita delle importazioni.

Lo conferma anche il crescente numero di contatti che i cinesi stanno avendo di recente nel nostro Paese; une sempio lo fornisce l'Istituto per il commercio estero, che dl gennaio scorso ha ricevuto un elevato numero di delegazioni cinesi: solo nel mese di settembre sono state ben quattro, l'ultima delle quali e' giunta proprio oggi dalla regione del Qiongdao (Provincia di Shandong), per illustrare la propria situazione economica ed avviare contatti di collaborazione industriale con le aziende italiane.

L'Ice per il '94 ha programmato nella Repubblica popolar epiu' di 40 iniziative, per un investimento a livello di Piano promozionale che dovrebbe ammontare a circa 6 miliardi di lire, che salira' nel '95 a circa 9 miliardi e mezzo. Gli investimenti italiani in Cina sono in aumento, e nella sola citta' di Shanghai, nel 1993, sono stati ventitre' i nostri progetti approvati, mentre il valore totale complessivo di quelli tra il 1981 e il 1993 e' di 65 milioni di dollari. I settori di maggiore interesse reciproco sono quelli delle calzature, moda-abbigliamento, elettrotecnica, macchine industriali, ambiente e formazione.

(Com/Zn/Adnkronos)