CLINTON: INSODDISFATTA LA META' DEGLI AMERICANI
CLINTON: INSODDISFATTA LA META' DEGLI AMERICANI

New York, 29 set. (Adnkronos/Dpa)- Meno della meta' degli americani e' insoddisfatta della leadership del suo presidente e del suo modo di condurre la politica estera: forse Bill Clinton sperava che la tanto sbandierata invasione di Haiti arrestasse il declino, ma cosi' evidentemente non e' stato, osservano i giornali americani. E, a smentire le stesse aspettative di Clinton, la sua popolarita' era addirittura piu' alta prima dell'invasione di Haiti. Secondo i risultati di un sondaggio effettuato dalla ''Lou Harris Poll'', il 48 per cento degli americani ritiene che il capo della Casa Bianca non sia affatto un uomo forte, ma che anzi stia ''poveramente'' lavorando per il Paese.

C'e' di piu': perche' la sua popolarita' sarebbe soprattutto minata -lo sostiene il 38 per cento degli intervistati- dalla sua mano poco o per nulla ferma in materia di politica estera. Oltre a mancare di esperienza, al presidente statunitense viene meno anche la fiducia del 38 per cento degli americani, delusi dallo scandalo Whitewater. E tra le 1.250 persone consultate tra il 17 e il 21 settembre scorsi c'e' anche chi -si parla di un buon 35 per cento- gli rinfaccia le promesse non mantenute in materia di economia.

(Nap/Pe/Adnkronos)