HAITI: AIDS PRIMO PERICOLO PER I SOLDATI USA
HAITI: AIDS PRIMO PERICOLO PER I SOLDATI USA

Port-au-Prince, 29 set -(Adnkronos/Shn)- Il Pentagono considera l'Aids forse il principale pericolo per i 18mila soldati americani sbarcati 10 giorni fa a Haiti con l'operazione ''Uphold Democracy'', cui e' stato ordinato di ''astenersi da qualsiasi attivita' sessuale tra due o piu' persone o con haitiani di sesso maschile e femminile'' per tutta la durata della missione. Il ''Walter Reed Army Institute'' del Pentagono ha distribuito ai soldati americani un manualetto di 15 pagine intitolato ''Rimanere sani a Haiti'' e un libretto di 70 pagine dal titolo ''Sostenere la salute e il rendimento a Haiti'' nel quale si sottolinea che il 70 per cento delle prostitute haitiane ed almeno 100mila abitanti dell'isola sono portatori del mortale virus della sindrome da immunodeficienza acquisita.

Il libretto contiene anche una lista delle altre malattie che ''infestano'' Haiti e gli haitiani: sifilide, gonorrea, herpes, epatite B, escrescenze veneree, colera, tifo, dengue, febbre gialla, antrace, brucellosi, malaria, salmonella, epatite A ed E, amebiasi, leptospirosi, ecc... Ai soldati americani e' stato ordinato di portare con se' guanti di plastica, assumere una dose settimanale di clorochina, mangiare solo i pasti pronti ''Mre'' (''Meals ready to eat'') del Pentagono e bere solo acqua imbottigliata, spruzzare quotidianamente insetticida sulle uniformi e le parti esposte del corpo, infilare i pantaloni dentro gli scarponi, non camminare mai a piedi nudi, non bagnarsi mai in fiumi o laghi e ''dire no al sesso''.

(Lun/Zn/Adnkronos)