SPIE: CASO AMES, LA CIA CENSURA 11 FUNZIONARI
SPIE: CASO AMES, LA CIA CENSURA 11 FUNZIONARI

Washington, 29 set. (Adnkronos/Dpa) - James Woolsey, il capo della Cia, ha reso noto ieri di aver censurato l'operato di 11 funzionari, rei di negligenza nelle indagini su Alrich Ames, funzionario dell'''Agenzia'' che per anni ha fornito informazioni riservate al Kgb, causando la morte di almeno 10 agenti segreti e di alcuni informatori.

Woolsey ha annunciato i provvedimenti mentre testimoniava davanti ad una commissione del Congresso sul caso Ames e ha chiarito che la censura si e'resa necessaria a causa degli innumerevoli errori, delle dimenticanze e del disinteresse dimostrato dai suoi uomini. Secondo il capo della Cia, la ''talpa'' Alrich Ames, che ha lavorato per oltre 32 anni per il servizio segreto americano, era noto per aver problemi con l'alcool e per spendere piu' soldi di quanti ne guadagnasse. Ciononostante, nessuno ha mai pensato di indagare.

Il capo della Cia ha inoltre presentato un rapporto dell'Ispettorato Generale che pur definendo il caso Ames come un ''fallimento sistematico'' dell'Agenzia, conclude che ''non sono stati riscontrati comportamenti intenzionalmente negligenti da parte dei funzionari indagati''. Alrich Ames e' stato sul libro paga dell'Unione Sovietica prima, e della Russia poi, per oltre otto anni, compromettendo dozzine di operazioni della Cia e permettendo al Kgb di smascherare informatori ed agenti operativi nell'Europa dell'est. Ames sta scontando una condanna all'ergastolo.

(Red/Pe/Adnkronos)