DECRETO RAI: BERLINGUER SU INAMMISSIBILITA' EMENDAMENTI
DECRETO RAI: BERLINGUER SU INAMMISSIBILITA' EMENDAMENTI
GRAVISSIMO ATTEGGIAMENTO SGARBI

Roma, 29 set. (Adnkronos) - Il presidente dei deputati progressisti Luigi Berlinguer ha contestato il modo di procedere dei lavori alla commissione Cultura. Innanzitutto ha messo in evidenza che si sta mettendo in atto ''un ostruzionismo della maggioranza'', che ha presentato ben 300 emendamenti. E questo viene fatto perche' ''hanno visto che e' cambiata maggioranza e soprattutto perche' puo' cadere questo Consiglio d'amministrazione''. Berlinguer non capisce l'atteggiamento portato avanti da Berlusconi su questa materia e rileva che evidentemente ''le nomine erano funzionali ad ottenere il monopolio dell'informazione''. ''E' poi gravissimo che si stiano dichiarando inammissibili gli emendamenti''.

Dopo aver rilevato che non gli consta che Sgarbi abbia avuto l'assenso della Pivetti in questo modo di procedere, ''anche perche' Sgarbi proprio nella tarda nottata si e' incontrato con il presidente della Camera e quindi a tuttora non ci sono decisioni in materia'', Berlinguer ha sostenuto che ''politicamente traspare chiaramente che una parte della maggioranza vuole o la Rai omologata o si fa saltare. Occorre riguardare infatti che il decreto scade il 29 ottobre e quindi occorre procedere in tempi abbastanza rapidi''. Insomma quello che sta accadendo e' per Berlinguer ''inaudito''.

(Pol/Gs/Adnkronos)