DIREZIONE MSI: RAUTI, IN AN 'RESIDUI' DI PRIMA REPUBBLICA
DIREZIONE MSI: RAUTI, IN AN 'RESIDUI' DI PRIMA REPUBBLICA

Roma, 29 Set. - (Adnkronos) - ''Non e' tanto una questione di simbolo, pur se il mantenimento della Fiamma e' fondamentale: il problema e' la composizione umana del nuovo soggetto politico cui Fini intende dar vita''. Lo ha detto all'Adnkronos Pino Rauti, che conferma la presentazione, domani in direzione, di una proposta di mediazione sul problema -sollevato anche da Buontempo e Tremaglia- del rapporto tra Msi e Alleanza nazionale.

''Il percorso immaginato da Fini -aggiunge Rauti- potrebbe portare, in concreto, all'ingresso di due o trecento persone negli organi direttivi del nuovo soggetto politico. Persone di cui sappiamo poco o nulla. Con quale criterio dovrebbe avvenire la selezione di questo personale dirigente? Qual e' la loro cultura politica? Quali tesi sosterranno? E' qui il pericolo: e' doveroso che il simbolo della Fiamma resti al suo posto, ma occorre stare attenti a cambiamenti di sostanza che potrebbero rappresentare un'incognita rischiosa''.

Il capogruppo di An a Montecitorio, Raffaele Valensise, dice che Alleanza nazionale e' ''permeata'' di Msi. ''Stimo e rispetto Valensise -risponde Rauti- ma proprio lui dovrebbe sapere che la linfa che alimenta Alleanza nazionale, specialmente al sud, e' rappresentata da ex democristiani ed ex socialisti, gente che viene dalla Prima Repubblica. Il Msi ha una sua storia politica, Alleanza nazionale non ce l'ha. Allora e' giusto che se la costruisca prima di occupare spazi importanti nel nuovo soggetto politico. La mia tesi resta quella dei due soggetti politici, Msi e Alleanza nazionale, insieme sotto lo stesso simbolo ma ben distinti come ruolo: al primo l'elaborazione della linea politico-programmatica, al secondo il rapporto con le categorie''.

(Fer/Zn/Adnkronos)