MAGISTRATURA: DDL MAGGIORANZA PER SEPARAZIONE FUNZIONI
MAGISTRATURA: DDL MAGGIORANZA PER SEPARAZIONE FUNZIONI

Roma 29 set. - (Adnkronos) - ''Per una giustizia piu' specializzata senza scambio di ruoli i magistrati dovranno scegliere definitivamente o di fare il pubblico ministero oppure il giudicante''. Lo ha detto il senatore Antonio Lisi di Alleanza Nazionale, primo firmatario insieme ad altri 36 colleghi di An-Forza Italia-Lega-Ccd, di un disegno di legge riguardante l'attribuzione delle funzioni giudicanti o requirenti ai magistrati, modificando l'art. 190 dell'ordinamento giudiziario.

Il ddl prevede che la scelta e' definitiva e viene disposta dal Csm su domanda dell'interessato, previo parere del consiglio giudiziario ed una volta accertata la sussistenza di attitudine alla funzione. ''Nessun attentato -ha precisato Lisi- ai fondamentali principi della obbligatorieta' dell'azione penale e dell'indipendenza del Pm. Infatti il ddl, che e' in linea con la riforma del codice di procedura penale, non fa correre alcun pericolo a questi due prinicpi.

''La separazione delle funzioni -ha concluso Lisi- da una parte tutela e conserva l'indipendenza del P.m. con le attribuzioni ed i compiti specifici della sua funzione, dall'altra esalta e meglio definisce il ruolo del giudicante, definitivamente privo di ogni tentazione accusatoria, realizzando cois' il trionfo della perfetta equidistanza da tutte le parti del processo''.

(Red/Zn/Adnkronos)