RAI: BOSSI, FEDERALISTI A GUIDARE UNA RETE O UN TG...
RAI: BOSSI, FEDERALISTI A GUIDARE UNA RETE O UN TG...
''MA SE IL PIANO RESTA UGUALE, VOTIAMO CONTRO''

Roma, 29 Set. (Adnkronos)- ''Se il piano editoriale della Rai resta com'e', la Lega votera' contro di sicuro. Se cambia? Beh, deve essere profondamente differente. Non bastano parole sul federalismo. Per dare spazio a una cultura, si mettono uomini di quella cultura a dirigere una rete e un Tg...''. Parola di Umberto Bossi. La Lega si prepara percio' a votare contro il piano del Cda di viale Mazzini. E non lo fara' solo se le modifiche saranno davvero ''sostanziali''. Bossi parla durante la conferenza stampa organizzata dal Carroccio a commento della finanziaria.

Subito precisa: ''E un problema generale non di nomi. Invece e' tre giorni che voi giornalisti falsificate le cose che diciamo... Il punto e' il compito che deve avere la Rai. Noi non vogliamo posti, ci opponiamo a un progetto che esprime una cultura centralista perdente. O c'e' una rete federalista e la Rai sara' la sede per il confronto tra due culture. Oppure, se le reti sono suddivise tra sotto-sigle politiche e culturali centraliste e' una spartizione inaccettabile''. Bossi conferma comunque che la Lega ''non e' d'accordo sull'ipotesi del commissario''. E ricorda gli emendamenti presentati al decreto salva-Rai. ''Se questo Cda si dimettesse, chiediamo che, entro breve, sia la commissione di Vigilanza a nominarne uno nuovo''.

E se il decreto decadesse? ''Vuol dire se Berlusconi e Fini facessero cadere il decreto? -replica il leader leghista- Vedremo, se ne assumerebbero la responsabilita'. Ma io non sono pessimista...''.

(Pnz/Bb/Adnkronos)