RIFORME ELETTORALI: SELVA E CALDERISI
RIFORME ELETTORALI: SELVA E CALDERISI

Roma, 29 set. (Adnkronos) - Polemiche dichiarazioni del presidente della Commissione affari costituzionali della Camera Gustavo Selva e di Peppino Calderisi sul comportamento assunto dal Pds nei confornti della nuova legge elettorale. Secondo Selva l'atteggiamento del Pds e' ''paradossale'' in quanto considerare l'elezione diretta del Presidente della Regione quasi come un atto pericoloso per la democrazia gli sembra ''quanto di meno democratico si possa immaginare''.

Si e' in presenza secondo Selva di un atteggiamento contraddittorio a spese della chiarezza, Da questa situazione traggono appoggi coloro che ''vogliono continaure a fare delle regioni dei 'Comitati d'affari'. Senza una leadership forte ed autorevole lo sfascio delle regioni continuera'.

Calderisi, relatore della legge sottolinea che nel Pds e nella 'sinistra progressista' sta prevalendo ''il conservatorismo piu' assoluto. Calderisi comunque dice che la riforma deve andare avanti e che nel '95 si deve votare con l'elezione diretta dei presidenti delle Regioni''.

(Gug/Bb/Adnkronos)