UNIVERSO: AIUTO, MI SI E' RISTRETTO IL COSMO
UNIVERSO: AIUTO, MI SI E' RISTRETTO IL COSMO

New York, 29 set. (Adnkronos) - Altre due equipe di astrofisici sono giunte indipendentemente alla stessa conclusione: l'universo e' molto piu' giovane, e quindi piccolo, di quanto abbiamo sempre creduto, ma comprende anche galassie piu' vecchie di se stesso. Un nonsense scientifico destinato a provocare dibattiti infiniti, anche filosofici, e a rimettere in discussione le teorie del Big Bang. Ma che sembra in realta' mettere soprattutto in forse una delle piu' chiaccherate leggi dell'astronomia, la costante di Hubble.

Al paradosso secondo cui l'universo potrebbe avere anche perfino la meta' degli anni che gli erano sempre stati attribuiti sono giunti contemporaneamente due team che pubblicano i loro risultati sull'ultimo numero di Nature e dell'Astrophysical Journal, vale a dire due pubblicazioni molto prestigiose e rigorose. Come riassume Stephen Maran, astronomo della Nasa al Goddard Space Center nel Maryland, ''e' un annuncio che ordina automaticamente a cosmologhi e astrofisici di correre a scoprire il perche' delle discrepanze fra l'eta' delle stelle piu' antiche e l'eta' media dell'universo, perche' c'e' qualcosa di molto profondo che sta avvenendo da qualche parte''.

In sostanza, un gruppo, guidato dall'astronomo dell'Universita' dell'Indiana Michael Pierce, ha ricalcolato l'eta' dell'universo usando come metro la distanza dell'ammasso della Vergine, che e' a 50 milioni di anni luce dalla Terra, misurata con incredibile precisione. Secondo i loro calcoli, l'universo potrebbe avere addirittura solo sette miliardi di anni, meno della meta' dell'eta' media accettata di 15 miliardi di anni (senza parlare di coloro che arrivano a 20 miliardi di anni). (segue)

(Cab/Pe/Adnkronos)