BENI CULTURALI: PER LITI FERMA RICOSTRUZIONE UFFIZI
BENI CULTURALI: PER LITI FERMA RICOSTRUZIONE UFFIZI

Firenze, 1 ott. (adnkronos) - E' ancora lontana la realizzazione dei Grandi Uffizi finanziata nel 1987 con un progetto Fio per 64 miliardi e non ancora del tutto spesi e non sono stati ancora impegnati i 30 miliardi stanziati dal Governo lo scorso anno dopo l'attentato per la ricostruzione della Galleria fiorentina. Questo soprattutto per ''la scarsa collaborazione e la litigiosita' tra le due sovrintendenze (quella ai beni architettonici e quella ai beni ambientali) fiorentine''.

La denuncia e' del ministro dei Beni Culturali Domenico Fisichella, che oggi ha partecipato a Firenze, nell'ambito della Festa Tricolore promossa dal comitato regionale di Alleanza nazionale, ad un dibattito sui beni museali fiorentini.

Il ministro Fisichella, riferendosi anche alla polemica di alcuni giorni fa tra la direttrice della Galleria degli Uffizi e il collega dell'Accademia che si sono litigati alcuni custodi, ha deplorato la logica ''anarchica che talvolta prende i funzionari''. Ha ricordato, il ministro, che il problema del personale e' soprattutto la sovrabbondanza di questo nelle regioni meridionali e la carenza invece nelle regioni del centro e del nord. ''Un esempio per tutti -ha detto Fisichella- in Calabria, rispetto ai numeri fissati dalla pianta organica vi e' un sovrappiu' di personale pari al 131 per cento. In Molise c'e' adirittura il 140 per cento di personale in piu', in Abruzzo il 108''. ''Questo -ha aggiunto- avviene soprattutto perche' il personale cerca in tutti i modi di ritornare nei paesi di origine. Nei progetti del ministero, per frenare questa emoraggia, e' allo studio un progetto per incentivi economici al personale che rimane nelle sedi al centro e al nord e la costruzione di nuovi alloggi di servizio da ricavare da beni demaniali in disuso come le caserme''.

(Afi/Bb/Adnkronos)