I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Napoli. Scatta l'inchiesta giudiziaria sul sovraffollamento dell'ospedale 'Cardarelli' che ha costretto il personale al ricoverare in barella gli ammalati del padiglione delle emergenze. L'indagine e' stata aperta dalla Procura del capoluogo partenopeo dopo che il 7 settembre scorso 80 degenti furono ricoverati in barella per la mancanza di posti letto nei reparti di osservazione chirurgica e medicina d'urgenza.

Caserta. Gli immigrati in piazza per manifestare contro l'intolleranza, il razzismo e la 'ghettizzazione' di villa Literno. E' successo stamattina nella citta' campana, quando circa cinquemila persone si sono riunite in corteo, al quale si sono uniti anche consiglieri regionali, parlamentari e sindaci dei comuni limitrofi, anche per sollecitare l'integrazione ed il ricoiscimento dei permessi di lavoro.

Vibo Valentia. Una svolta nelle indagini sulla aggressione autostradale di ieri in Calabria che e' costata la vita al piccolo Nicholas Green. Le forze dell'ordine avrebbero gia' localizzato la banda di criminali, per altro gia' nota agli investigatori per ripetute rapine in autostrada, di cui farebbero parte i quattro aggressori della famiglia Green. Intanto in giornata, il gruppo di investigatori che si occupa della sorveglianza della autostrada A/3 si e' recato presso la Procura della Repubblica di Vibo, per partecipare ad un vertice presieduto dal procuratore Patrizia Pasquin, per fare il punto sulle indagini del caso Green.

Locri. Il nucleo delle Fiamme gialle ha fatto luce su una serie di fallimenti ritenuti ''sospetti'' scoprendo una organizzazione criminale, cui fanno capo i due fratelli Cosimo ed Agostino Santacroce, dedita alle truffe. Nei confronti dei due fratelli, rispettivamente di 28 e 37 anni, commercianti, e' stata emessa ordinanza di custodia cautelare, dal Gip di Locri, Bombardieri, con l'accusa di aver svuotato le attivita' di societa' di loro proprieta', dichiarate poi fallite, poco prima della bancarotta. La Guardia di finanza stima in circa un miliardo di lire la truffa ai danni dei creditori. Altre otto persone, tra cui alcuni congiunti dei Santacroce, sono state raggiunte da avviso di garanzia. (segue)

(Dis/Bb/Adnkronos)