BERLUSCONI: VADO AVANTI, SONO CIO' CHE SERVE AL PAESE...
BERLUSCONI: VADO AVANTI, SONO CIO' CHE SERVE AL PAESE...

Roma, 11 ott. -(Adnkronos)- ''Io vado avanti tranquillo, perche' so che la gente vuole che il governo proceda nella direzione che abbiamo indicato''. Silvio Berlusconi tira dritto per la sua strada. Lo ripete piu' di una volta, nel corso della conferenza stampa di oggi, ai giornalisti della stampa estera. Nessuna ipotesi di dimissioni, nessun cedimento della maggioranza, nessuna sostituzione con altri leader. Il presidente del Consiglio liquida cosi', come ''un'ipotesi di fantapolitica'', l'idea che Gianfranco Fini possa prendere il suo posto nelle prossime settimane.

Ma dice anche di piu'. ''Io resto assolutamente legato alla realta'. Resto a fare il presidente del Consiglio, perche' sono assolutamente convinto di esser cio' che, in questo momento, serve al Paese''. Berlusconi non risparmia, a questo proposito, una 'bacchettata' alla Lega. Ricorda il ''miracolo'' compiuto facendo collaborare ''due entita' quasi antitetiche: la lega al nord e An al Sud''. e aggiunge: ''qualche protagonista della maggioranza a volte si dimentica dell'interesse generale del Paese e si abbandona a polemiche che non fanno altro che rendere il clima difficile e produrre discredito al governo''.

Polemiche che, tuttavia, non indurranno il capo del governo a cedere. ''Se l'opinione pubblica andasse nella stessa direzione -dice infatti Berlusconi- direi anch'io che questo governo non ha vita lunga. Ma vado avanti tranquillo perche' so che l'opinione pubblica e' con noi''. Berlusconi valutera' pero' soltanto tra un paio di settimane il consenso della gente. ''Dopo la finanziaria -confessa- non ho voluto abbassare il morale mio e dei miei ministri chiedendo alla gente cosa pensa del governo, perche' non c'e' ancora la conoscenza esatta delle misure di questa manovra. Ad esempio, sulle pensioni. Fra 10-15 giorni, quando la manovra sara' conosciuta bene e non ci sara' spazio per la mala informazione, faro' fare un nuovo sondaggio. Ma il presidente del Consiglio sa bene -conclude- che quando si deve tutelare l'interesse generale, bisogna avre il coraggio di affrontare anche l'impopolarita''.

(Pol/Pan/Adnkronos)