GOVERNO: TARADASH, BERLUSCONI FACCIA COME DE GAULLE
GOVERNO: TARADASH, BERLUSCONI FACCIA COME DE GAULLE

Roma, 11 ott. - (Adnkronos) - Per mettere fine alla 'guerra civile' che attanaglia il Paese, Berlusconi faccia come De Gaulle e affronti con decisione la riforma istituzionale, elettorale, presidenziale e federalista. Lo afferma il deputato riformatore Marco Taradash secondo cui ''e' in corso in questo paese una sorta di guerra civile combattuta con le armi incruente, ma non per questo meno efficaci, della telvisione e dei giornali. Qualsiasi cosa si muova viene colpita e ragionevolezza, progettualita' civile, sembrano definitivamente scomparse dalla scontor politico. L'opposizione non ha niente da opporre se non un tentativo conservatore di delegittimazione di questo governo e del suo presidente del Consiglio''.

''Ma i limiti e le vergogne di questa opposizione non possono giustificare il progressivo affievolimento della capacita' innovratrice e delle speranze di rivoluzione liberale suscitate da Berlusconi con la sua scesa in campo. I Riformatori non possono accettare l'attuale terreno di scontro, ne i suoi modi. E' necessario e inevitabile -se si vuole evitare che la guerra civile assuma forme piu' gravi della speculazione finanziaria costante e a gettone, se si vuole che la massa del debito pubblico non schiacci definitivamente fra scioperi propagandistici e retoriche solidaristiche il futuro degli italiani - che il governo e il presidente del consiglio affrontino in particolare la questione della riforma isttiuzionale, elettorale, presidenziale, federalista con la stessa determinazione e lo stesso sentimento nell'interesse generale che, ad esempio, seppe dimostrare il generale De Gaulle quando la Francia rischio di affondare nello scontro delle fazioni e delle ideologie''.

''Questa -conclude Taradash- e' l'alternativa democratica al rischio sempre piu' immanente di qualche pseudo gollismo all'italiana. I Riformatori chiederanno un confronto immediato su questa urgenza convinti che i tempi delle decisioni siano strettissimi''.

(Pol/Zn/Adnkronos)