MUSICA: IL RITORNO DI CLAUDIO ROCCHI
MUSICA: IL RITORNO DI CLAUDIO ROCCHI

Milano, 11 ott. - (Adnkronos) - Smessa la tunica arancione, raccolti i lunghi capelli in un codino, barba incolta, Claudio Rocchi, dopo 15 anni di 'meditazione', si presenta cosi' con il suo ultimo Lp, perche', ha spiegato lo stesso artista milanese nel corso di una conferenza stampa, ''e' senz'altro piu' facile fare l'artista che il santo''.

Apparentemente deluso dalla sua adesione agli Hare Khrishna, di cui pero' non rinnega nulla, Rocchi ha presentato quest'album come ''la fotografia di un ragazzo di 42 anni che ha messo da parte le sue ingenuita' di percorso, per tornare a suonare''. Dopo 15 anni di meditazioni e di riflessioni prima in giro per l'India, e piu' precisamente nel Bengala, poi in una comunita' toscana ''credo di aver messo a fuoco -ha spiegato Rocchi- la sintesi dell'essere, tutto cio' che e' necessario per non lasciarsi coinvolgere da nessun tipo di integralismo politico, ideologico o artistico''.

Rocchi ha abbandonato la comunita' ''dal punto di vista ideologico in maniera traumatica'' ha spiegato, sottolineando come la decisione sia stata dettata da motivi di gestione, gestione che, ha precisato ''era diventata un po' eretica''. Della comunita' Rocchi era diventato Sindaco, Preside, Direttore radiofonico ed anche venditore 'porta a porta'. Attivita', quest'ultima, che l'ha portato a vendere circa 700 mila copie del disco registrato per la 'Krishna Vision'. (Segue

(Ros/Zn/Adnkronos)