RAI: MAGLIE - ''VOGLIO TORNARE A NEW YORK. MI SPETTA''
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


RAI: MAGLIE - ''VOGLIO TORNARE A NEW YORK. MI SPETTA''
''MI CACCIARONO CON LA MENZOGNA''

Roma, 18 ott. (Adnkronos) - ''Credo che mi spetti di tornare in Rai, visto che sono stata costretta con la menzogna ad andarmene''. Maria Giovanna Maglie accetta di parlare per prima volta dopo l'archiviazione del procedimento che la vedeva accusata di truffa ai danni della Rai e non usa mezzi termini per dire che chiedera' ai nuovi vertici di Viale Mazzini di renderle giustizia, magari con il ripristino del suo incarico a New York che all'azienda, con tutta probabilita', costerebbe meno del risarcimento danni: ''Questo e' vero -dice- Niente mi fermera' dal chiedere i risarcimenti ai giornali, diverso e' il discorso con un'azienda che decida un'adeguata e rapida riparazione all'ingiustizia commessa nei miei confronti''.

Un racconto a tutto campo quello della Maglie, dal racconto di tutta la vicenda 'politica' del suo allontanamento dal Tg2 alla fiducia nei nuovi amministratori. Di Billia, Moratti & C. dice: ''Spero di incontrarli presto, ma non ho ancora avuto modo di farlo. Ho aspettato che il procedimento fosse archiviato. Solo ora posso chiedere alla Rai di rendere conto di quanto e' accaduto. Ho molta fiducia nella buona fede che anima i nuovi amministratori verso un rilancio dell'azienda. E credo che se si vuole dare segnali nuovi di rilancio, se si vuole restituire fiducia all'azienda, bisogna anche fare degli atti di giustizia obbligati. Questo e' quello che io credo e che mi aspetto''. Vorrebbe tornare a lavorare a New York?: ''Quello era il mio posto. Era li' che stavo. Ed e' li' che sto, perche' io vivo a New York''.

''D'altronde chiunque, conoscendo come sono andate le cose, mi darebbe ragione''. E come sono andate le cose, com'e' nata questa storia, L'ex corrispondente del Tg2 lo racconta in maniera dettagliata, dai dispetti di La Volpe, all'out-out minaccioso di Celli, dai silenzi di Garimberti alle battute al veleno di Curzi. (Segue)

(Stg/Bb/Adnkronos)