LIRA: PARLATO, UN DOCUMENTO CONTRO GLI SPECULATORI
LIRA: PARLATO, UN DOCUMENTO CONTRO GLI SPECULATORI

Roma 4 nov. -(Adnkronos)- Obbligo alla trasparenza delle operazioni sui mercati finanziari e tassazione della finanza derivata. Sono questi i ''capitoli'' principali del documento cui sta lavorando il sottosegretario al Bilancio Antonio Parlato che sara' 'spedito', entro la prossima settimana, al presidente del Consiglio, al ministro del Tesoro e al collega del Bilancio.

All'indomani del mercoledi' nero della lira, infatti, Parlato intende accentrare l'attenzione del governo sul grave fenomeno della speculazione e sulla necessita' che i mercati finanziari debbano essere regolamentati con leggi puntuali e restrittive. Con l'obbligo alla trasparenza delle operazioni, infatti, Parlato chiede che siano chiari i soggetti che si muovono sui mercati, chi raccoglie il risparmio e chi lo investe.

Un ''anello'' di una catena di controlli da assemblare con una tassazione sulla finanza derivata che nel mondo muove ogni anno, secondo i conti di Parlato, circa 2 milioni di miliardi (l'intero debito pubblico italiano) mentre nel nostro Paese vengono impegnati circa 800 mila miliardi. Uno strumento, quello fiscale per cercare di scoraggiare soprattutto le ''scommesse'' valutarie. ''Cio' permetterebbe di colpire -si legge nel documento- la finanziarizzazione degli investimenti che anziche' orientarsi verso il capitale di rischio delle imprese, riattivando la ripresa economica, destina le sue risorse agli investimenti speculativi''.

(Sec/Pan/Adnkronos)