MANOVRA: GRILLO, SI' A MIGLIORAMENTI, NO A STRAVOLGIMENTI
MANOVRA: GRILLO, SI' A MIGLIORAMENTI, NO A STRAVOLGIMENTI

Roma 4 nov. - (Adnkronos) - Sulla previdenza il governo e' disposto a ''trattare'' solo sulle modalita' di applicazione degli interventi strutturali contenuti nel ddl di accompagnamento alla finanziaria. E' il sottosegretario alla presidenza, Luigi Grillo, a puntualizzare i termini di una possibile apertura dell'esecutivo alle richieste sulla previdenza della Lega Nord che ieri ha ripresentato in aula tutti gli emednamenti sulle pensioni che se accolti potrebbero aprire un 'buco' di oltre 3.600 miliardi.

''Il governo e' disposto a trattare in qualsiasi momento - ha spiegato Grillo - finche' non si intacchi la manovra sul piano della quantita' e della qualita'. E sulle pensioni noi riteniamo che i punti strutturali della riforma che abbiamo individuato siano irrinunciabili. Possiamo discutere invece sulle modalita' di intervento attorno a questi punti strutturali''.

E la tensione all'interno della maggioranza, innescata proprio dalla presentazione degli emendamenti della Lega sembra sfumare. ''E' importante quello che dice Bossi - continua Grillo - e cioe' che non intende fare una crisi sulla finanziaria. Da questa considerazione si puo' dunque partire per spiegare ai deputati come eventuali miglioramenti possono essere accolti purche' non incidano sui saldi soprattutto non generino minori economie di quelle previste dal governo''. (segue)

(Tes/As/Adnkronos)