SME: VALUTAZIONE RECORD, 2200 MILIARDI (2)
SME: VALUTAZIONE RECORD, 2200 MILIARDI (2)
GLI IMPEGNI DEI NUOVI PROPRIETARI

(Adnkronos) - Alla base dell'astensione dei due membri del Cda dell'Iri, Enrico Zanelli e Diego Della Valle, a quanto di apprende da fonti Iri, motivi di correttezza. Zanelli non aveva partecipato al Cda del 27 ottobre che aveva deciso il vincitore della gara e, per correttezza, ha deciso oggi di astenersi. Della Valle per evitare qualsiasi sospetto di possibile conflitto di interesse. Quale azionista di Comit ha ritenuto opportuno astenersi in quanto Comit partecipava direttamente alla gara insieme alla cordata Rinascente-Ferrero.

Con il via libera dell'assemblea parte la procedura definita nel bando di gara: i nuovi proprietarii dovranno lanciare un'opa sul 32 per cento della Sme al prezzo di 4847,4 per azione. Opa cui l'Iri, secondo il piano di riparto messo a punto, aderira' con una quota pari al 14 per cento che potrebbe arrivare al 18 qualora non ci fossero molte risposte da parte dei piccoli azionisti.

Una volta che la cordata Benetton, Del Vecchio, Movenpick e Crediop avra' acquisito il 64 per cento della Sme la parola tornera' all'Iri che lancera' un'opv, ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi sulle 4.000, per cedere il pacchetto rimasto nelle sue mani.

A favore della cordata Benetton-Del Vecchio-Movenpick-Crediop, oltre il prezzo figura il mantenimento del controllo e del patto sindacato per 5 anni contro i tre richiesti dal bando di gara dell'Iri; lo sviluppo dei nuovi centri commerciali, l'avvio di una campagna acquisti nei confronti di una serie di piccole catene di grande distribuzione per Gs e per Autogrill, la conservazione dell'offerta di prodotti e del rafforzamento dei produttori italiani nonche' lo sviluppo di Autogrill sul mercato estero.

Non da ultimo la garanzia sul fronte occupazionale e il riconoscimento dell'attuale managment, nonche' il mantenimento dei progetti gia' messi a punto per il Sud. (segue)

(Lil-Mcc/Gs/Adnkronos)