TREMONTI: PRECISAZIONE MINISTERO (2)
TREMONTI: PRECISAZIONE MINISTERO (2)

(Adnkronos) - Inoltre anche in relazione ai controlli sugli uffici il ministro -precisa la nota- non ha mai fermato l'attivita' del Secit, anzi ha dato precise disposizioni perche' le indagini in corso proseguissero e con direttiva del 24 ottobre ha indirizzato l'attivita' nei confronti del piu' grave dei problemi di evasione: quella relativa all'Iva intracomunitaria che danneggia gravemente l'erario del Paese''.

Soffermandosi poi sulle ''presunte omissioni di atti'' Tremonti ribadisce quanto gia' sostenuto ieri: ''l'accusa che mi si rivolge e' quella di non aver emanato i decreti attuativi di un decreto legge non ancora convertito dal Parlamento, Decreto che tra l'altro non prevedeva alcun termine per l'emanazione di detti decreti attuativi. Non si capisce quale sia l'illecito penale. Prima di formalizzare i decreti attuativi -aggiunge- ho ritenuto opportuno, per rispetto al Parlamento attendere l'approvazione del testo legislativo. Si tratta dunque di vedere se l'inosservanza di un termine inesistente previsto da un decreto legge a sua volta non ancora convertito, possa costituire illecito ministeriale''.

(Red/Gs/Adnkronos)