TREMONTI: PRECISAZIONE MINISTERO
TREMONTI: PRECISAZIONE MINISTERO

Roma, 4 nov. (Adnkronos) - Il ministro delle Finanze Giulio Tremonti torna con una nota sulla vicenda che lo vede coinvolto in una indagine avviata dalla Procura della repubblica di Roma per omissioni di atti d'ufficio. In particolare Tremonti sottolinea di aver chiesto al Tribunale dei ministri di essere ascoltato con la massima urgenza possibile per sostenere le sue ragioni.

Quanto al merito della vicenda il ministro spiega che l'attivita' del Secit si sviluppa su due lati: quello dei contribuenti e quello degli uffici. ''Per quanto riguarda i contribuenti -sottolinea- nessuna norma, ne' legislativa ne' amministrativa e' mai stata introdotta per incidere sui poteri di accertamento del Secit. E' solo sul lato del controllo sugli uffici, e dunque senza possibili interessi privati che una norma del decreto legge ridisciplina l'attivita' del Secit. Si tratta -precisa il ministro- di una norma che mira a razionalizzare e rendere piu' efficaci proprio quelle attivita' di controllo in relazione alle quali la estemporaneita' e la disorgancita' delle iniziative del Secit hanno posto in luce le inefficienze del servizio rendendo necessaria l'istituzione del Sis''. (segue)

(Red/Gs/Adnkronos)