ANSALDO (FINMECCANICA): IN TUNISIA CONTRATTO DA 350 MLD.(2)
ANSALDO (FINMECCANICA): IN TUNISIA CONTRATTO DA 350 MLD.(2)

(Adnkronos)- E per restare il ''piu' piccolo dei grandi'' Ansaldo ha bisogno della Sace ,''senza non siamo in condizione di competere con i grandi'' afferma Musso ricordando che e' in atto una sorta di Yalta economica, una spartizione del mercato, che l'azienda affronta senza il paracadute degli ordini ''domestici'', come avviene per i concorrenti, e mentre il mercato italiano si trasforma sempre piu' in internazionale. ''Il momento di scegliere e' questo - afferma- ma come azienda non ce la facciamo se non giochiamo come gli altri: come sistema paese''. E ''cio' che si perde oggi non si conquistera' piu' domani''.

Nel frattempo si lavora: il contratto firmato oggi a Tunisi dal presidente di Ansaldo Gie, Vincenzo Vadacca, e il presidente e direttore generale della Steg ( la societa' algerina per l'elettricita' e il gas) Moncef Ben Abdallah e' finanziato attraverso un credito all'esportazione con l'intervento del Mediocredito centrale e della Sace a copertura dei beni e servizi dall'Italia. Ansaldo, in qualita' di main contractor, realizzera' 'chiavi in mano' e in tre anni due unita' da 170 Mw.

E il contratto siglato oggi sara' seguito a breve da un altro da 500 milioni di dollari in Libano che corona la continua epansione del gruppo: da Taiwan in Malesia, dal Libano agli emirati arabi nel solo settore dell'energia. E sul fronte acquisizioni? L'idea e' di guardare a presenze produttive nelle macro-regioni intervenendo sul filo dei business. E Italimpianti? Tante richieste di intervento a garanzia della 'genovesita''', delle possibili sinergie e della continuita' dell'azienda Fintecna, ma niente di deciso ''Vedremo'' dice Musso, ''le risorse vanno utilizzate in una strategia di vendita e acquisizioni per concetrarci su specifici business''. E la volonta' e' quella di continuare a contribuire positivamente ai bilanci di Finmeccanica.

(Lil/Bb/Adnkronos)