FINANZE: VISCO, ILLEGALE NOMINA SEGRETARIO GENERALE MINISTERO
FINANZE: VISCO, ILLEGALE NOMINA SEGRETARIO GENERALE MINISTERO

Roma, 9 nov. - (Adnkronos) - Vincenzo Visco, coordinatore delle politiche economiche del gruppo progressista federativo della Camera, considera la nomina del nuovo segretario generale del ministero delle Finanze, Claudio Zucchelli, in contrasto con la legge. In una interrogazione parlamentare Visco ricorda che Zucchelli e' tuttora magistrato in carica presso il Consiglio di Stato, mentre l'articolo 3 della legge 358 del 1991 ''prevede esplicitamente che i magistrati non possono assumere la carica di segretario generale del ministero delle Finanze se non dopo che sia trascorso un biennio dalla cessazione del rispettivo ufficio, ovvero del collocamento a riposo''.

Visco ricorda anche che il ministro delle Finanze, all'indomani delle dimissioni dalla carica di segretario generale di Gianni Billia, aveva assunto l'interim delle funzioni tramite il capo di gabinetto Zucchelli. Anche questa circostanza, secondo Visco, e' in contrasto sia con la legge 29 del 1993, ''che prevede la netta separazione tra la responsabilita' politica del ministro e le responsabilita' tecnico amministrative dei funzionari'', sia col fatto che l'autorizzazione rilasciata dal Consiglio di Stato a Zucchelli ''riguardava la possibilita' di svolgere funzioni di capo di Gabinetto e non gia' quelle di Segretario Generale di Stato''.

(Red/Zn/Adnkronos)