INPS: REQUIEM PER LA ''SINDACATOCRAZIA''
INPS: REQUIEM PER LA ''SINDACATOCRAZIA''

Roma, 9 nov. (Adnkronos)- Requiem per la ''sindacatocrazia''. La nomina di Gianni Billia, alla presidenza dell'Inps rappresenta un fatto storico: per la prima volta dopo 25 anni, il timone del piu' grande istituto di previdenza e' affidato a un 'supertecnico' che non viene dalle file di Cgil, Cisl e Uil. Ma i sindacalisti non solo non occuperanno piu' la poltrona principale dell'Inps, ma neanche quelle loro riservate nel consiglio d'amministrazione. E non finisce qui. Quello che sta avvenendo all'Inps e' l'inizio della fine di un'era di ''regno incontrastato'' negli enti previdenziali: le confederazioni, infatti, stanno lasciando, se non l'hanno gia' fatto, tutti i cda in cui erano presenti.

Ma quella della ''sindacatocrazia'' e' una morte annunciata: voluta dagli stessi sindacati, essa e' ora prevista dalla legge. E a ricordarlo a chiare lettere e' l'ex Ministro della Funzione Pubblica, Sabino Cassese, il ''padre'' della normativa che prevede l' ''abbandono'' da parte dei sindacati degli organi di gestione degli enti pubblici. Tutto e' scritto, dunque, tutto era previsto. ''C'era un quadro legislativo delineato con la legge 421 del 1982- ricorda Cassese- definito nel '93 e realizzato nel '94. Il Governo Ciampi non ha fatto altro che realizzare un processo auspicato da tempo in uno spirito d'intesa con i sindacati''.

Ma questo processo deve ora procedere in modo ancor piu' radicale. ''Il primo passo e' stata l'uscita dei sindacati e di rappresentanze similari dai consigli di amministrazioni. Il prossimo deve essere la loro uscita dalle commissioni dei concorsi. Trovo- afferma Cassese- che questo sia gravissimo e gia' su questo argomento si e' pronunciata due volte la Corte Costituzionale. Tuttavia, mi risulta che regioni ed enti locali continuino a nominare rappresentanti del personale, sindacali e politici dentro le commissioni di concorso e cio' rende assolutamente poco credibili i risultati di questi concorsi''. (SEGUE)

(Mcc/As/Adnkronos)