MANIFESTAZIONE 12: GIUGNI, UN'AUTENTICA SVOLTA
MANIFESTAZIONE 12: GIUGNI, UN'AUTENTICA SVOLTA

Roma, 12 nov. (Adnkronos) - Per l'ex ministro del lavoro Gino Giugni, padre dello statuto dei lavoratori, la manifestrazione sindacale di oggi e quella del 14 ottobre scorso hanno rappresentato ''un'autentica svolta. Hanno segnato il massimo di visibilita' del malcontento e dell'avversione che si vanno largamente diffondendo verso questo governo. Si tratta -aggiunge Giugni-, di un ritorno ad una forma di partecipazione e di espressione politica che non aveva caratterizzato le elezioni di marzo. Stavolta la gente non ha guardato la televisione ed e' scesa in piazza''.

Giugni si sofferma poi sulla necessita' di stralciare la materia delle pensioni dalla finanziaria. ''Anch'io facevo parte della delegazione di parlamentari progressisti che ha presentato questa proposta al presidente del Consiglio, che si era dimostrato ben disposto. Evidentemente Berlusconi ha il merito della diplomazia del sorriso, ma qualche ministro non vuol sentir parlare di stralcio. In realta' gli interventi del Presidente della Repubblica, dei vescovi, di parti del governo invitano a valutare questa proposta con logica ineccepibile''. Secondo Giugni, inserire la materia relativa alle pensioni nella finanziaria rappresenterebbe una ''distorsione istituzionale'', perche' verrebbero inseriti provvedimenti che dispiegherebbero effetti anche oltre questa legislatura in una legge finanziaria che invece ha un'efficacia piu' ridotta nel tempo.

(Sam/As/Adnkronos)