RAI: COSSIGA, RESTAURARE LA LOTTIZZAZIONE
RAI: COSSIGA, RESTAURARE LA LOTTIZZAZIONE

Roma, 12 nov. -(Adnkronos)- Restaurazione della lottizzazione in Rai, dimissioni del consiglio di amministrazione, elezione di un nuovo cda da parte della Commissione di Vigilanza, azzeramento delle nomine. E, prima delle elezioni politiche, giungere ad un nuovo assetto ''davvero liberale'' del sistema radiotelevisivo e risolvere il problema ''dell'evidente e imbarazzante'' conflitto di interessi. Il senatore a vita Francesco Cossiga, in un'intervista al ''Messaggero'' oggi in edicola, spiega che per la Rai ''non c'e' che una cosa da fare, con urgenza: restaurare la lottizzazione, riabilitarla. Magari in via provvisoria'', ''senza ipocrisie o falsi tabu'. E' l'unico modo per garantire il pluralismo fino a che la Rai resta il mostro che e'''.

A giudizio dell'ex Capo dello Stato, ''in una societa' fortemente politicizzata come quella italiana si puo' chiedere oggettivita' solo a quattro servizi televisivi: quello meteorologico, il segnale orario, i risultati delle partite, le estrazioni del lotto. La dialettica informativa si realizza con la lottizzazione'', che deve essere ''equa, al piu' alto livello possibile''. Per Cossiga, gli attuali amministratori del servizio pubblico ''avrebbero dovuto essere piu' accorti. Negando di voler lottizzare, avrebbero dovuto lottizzare meglio, e dare a ciascuno proporzionalmente il suo. Invece la Lega, obiettivamente, e' stata penalizzata''. (segue)

(Red/Pan/Adnkronos)