VILLA ARCORE: LAVAGNINI (PPI) SCRIVE A BERLUSCONI
VILLA ARCORE: LAVAGNINI (PPI) SCRIVE A BERLUSCONI

Roma, 12 nov. -(Adnkronos)- Il senatore Severino Lavagnini, membro della direzione centrale del Ppi, ha inviato al presidente del Consiglio una lettera per invitarlo ''a smentire prontamente'' le voci, diffuse da importanti organi di stampa che hanno anticipato il contenuto del libro ''Berlusconi, gli affari del presidente'' circa una complicata operazione immobiliare (l'acquisto della cosiddetta ''Reggia di Arcore''), e che avrebbe avuto per protagonisti lo stesso capo del Governo ed un ministro della Repubblica.

''I dettagli dell'operazione, raccontata con dovizia di particolari, sembrano configurare -scrive Lavagnini- atti non proprio commendevoli ed il ricorso a procedure, che se vere, getterebbero una negativo ombra sull'immagine e sulla credibilita' del presidente del Consiglio e del ministro della Difesa Cesare Previti.

''Poiche' nelle 'voci' diffuse dalla stampa si allude anche a disinvolti comportamenti fiscali -aggiunge Lavagnini- invito il ministro delle Finanze Tremonti ad accertare la correttezza degli atti di registrazione dell'acquisto, da parte del Cav. Berlusconi di un imponente complesso immobiliare proprieta' di una giovane minorenne non emancipata, della quale era pro-tutore l'avv. Cesare Previti''. Il sen. Lavagnini, si augura infine che il presidente del Consiglio ''non abbia difficolta' a smentire cosi' pesanti illazioni ed a dimostrare che anche questa volta si tratta di un complotto contro di lui''.

(Pol/Pan/Adnkronos)