REGISTI: SQUITIERI CONTRO IL FILM DELLA MANIFESTAZIONE
REGISTI: SQUITIERI CONTRO IL FILM DELLA MANIFESTAZIONE

Roma, 16 nov. (Adnkronos) - ''La mobilitazione dei registi italiani? Ma per favore, hanno un'eta' media di 72 anni...''. Pasquale Squitieri, regista e senatore di Alleanza nazionale, si scaglia contro l'annunciato grande film collettivo girato durante la manifestazione tenuta a Roma sabato scorso. ''Quel gruppo di registi vuol ricavare un suo messaggio antigovernativo dai filmati girati durante la manifestazione -spiega Squitieri-. Vedo con tristezza i miei colleghi costretti a parlar male di qualcuno per poter esistere ancora. Sono stati sconfitti culturalmente: il loro cinema non esiste, la loro proposta culturale e' morta da anni, sono tutti fuori dalla televisione ad aspettare un contrattino''.

Squitieri non risparmia nessuno dei colleghi che hanno preso parte al megafilm collettivo: ''Pontecorvo ancora finge di girare delle cose, Scola viene dalla piu' becera commedia all'italiana, non ingrana un film da anni; prima era il ministro ombra del Partito comunista; ora che non c'e' piu' il Pci e' solo un fantasma. Maselli? Bisognerebbe che qualcuno lo riportasse nella sua giusta dimensione. Il peggio -aggiunge il regista di ''Atto di dolore''- e' che questi signori hanno saccheggiato il cinema in lungo e in largo: il loro atteggiamento riflette una crisi di tutti il settore ma sono proprio loro i primi a dare colpi durissimi''. (segue)

(Mag/Bb/Adnkronos)