ALLUVIONE: CONFCOMMERCIO CHIEDE MODIFICHE AL DECRETO
ALLUVIONE: CONFCOMMERCIO CHIEDE MODIFICHE AL DECRETO

Roma 17 nov. - (Adnkronos) - Critiche della Confcommercio al nuovo decreto legge che integra e sostituisce il precedente, il 624, ''perche' da' aiuto parziale alla popolazione delle zone colpite dall'alluvione, senza considerare nel suo insieme le reali esigenze ed urgenze degli imprenditori impegnati nel ripristino immediato delle attivita' produttive''.

''Se venisse confermata la sospensine fino al 30 aprile 1995 di tutti i termine fiscali, cambiari, ipotecari, convenzionali solo per coloro che hanno subito danni diretti escludendo invece tutti i soggetti che hanno subito danni indiretti, si creerebbe un grave ostacolo alla ripresa di tutto il sistema economico''.

La Confcommercio ritiene ''indispensabile, per i Comuni realmente colpiti, estendere il provvedimento perche' se tale disposizione venisse riservata solo a chi ha subito i danni diretti, il motore della ripresa verrebbe sin dall'inizio costretto a girare a basso regime''.

(Com/Zn/Adnkronos)