FISCO: L'ACCONTO (IRPEF,IRPEG,ILOR) TORNA AL 98 PER CENTO (2)
FISCO: L'ACCONTO (IRPEF,IRPEG,ILOR) TORNA AL 98 PER CENTO (2)

(Adnkronos) - I contribuenti che nel '94 hanno registrato una riduzione dei redditi possono scegliere di commisurare l'acconto all'imposta o al contributo sanitario che prevede di dover pagare per il '94. In tal caso pero' qualora la previsione effettuata dovesse risultare sbagliata per difetto di dovranno pagare le sanzioni previste per insufficiente versamento dell'acconto. Il contribuente che vanta un credito d'imposta derivante dalla precedente dichiarazione e per il quale non e' stato chiesto il rimborso puo' dedurlo dall'acconto. I contribuenti che nel mese di giugno scorso hanno usufruito della possibilita' di versare in ritardo le imposte pagando la maggiorazione dello 0,5 per cento dovranno determinare l'acconto da versare sull'imposta pagata al netto della maggiorazione. Chi ha gia' versato con la dichiarazione dei redditi '93 la prima rata d'acconto dovra' sottrarla dalla somma calcolata applicando il 98 per cento all'imposte dovuta.

I versamenti vanno effettuati mediante delega ad una azienda di credito o alle poste, oppure direttamente presso il concessionario della riscossione. I titolari di conto fiscale devono utilizzare la particolare modulistica riservata a loro. In caso di ritardato omesso o insufficiente versamento dell'acconto si applica una soprattassa pari al 40 per cento dell'imposta, ridotta al 3 per cento se si paga entro i tre giorni successivi alla scadenza. Sono inoltre dovuti gli interessi in ragione del 6 per cento annuo e una pena pecuniaria da 18.000 a 120.000 lire per incompletezza della distinta o del conto corrente postale. Per chi infine non riporta correttamente il prioprio codice fiscale la pena pecuniaria va da 200.000 a 4 milioni di lire.

(Red/Gs/Adnkronos)