OCCUPAZIONE: GRANDE INDUSTRIA, AD AGOSTO TUTTO FERMO
OCCUPAZIONE: GRANDE INDUSTRIA, AD AGOSTO TUTTO FERMO
TERZIARIO, LIEVE CALO

Roma, 17 nov. (Adnkronos) - Nello scorso mese di agosto l'indice dell'occupazione nelle grandi imprese industriali (con piu' di 500 addetti) non ha registrato variazioni congiunturali, mantenendo il calo occupazionale su base annua allo stesso livello dei mesi precedenti (-4,8 pc). La rilevazione mensile Istat segnala che la diminuzione tendenziale ha interessato soprattutto operai e apprendisti (-5,4 pc) e in misura minore gli impiegati (-3,7 pc). Tra i settori produttivi, la caduta piu' consistente ha riguardato i settori della chimica (-9,3 pc) e quello del tessile abbigliamento (-7,9 pc). Sono aumentate invece le ore lavorate per dipendente (2,9 pc fra gennaio e agosto), mentre sono diminuite le ore di cassa integrazione (-29 pc nei primi otto mesi). I guadagni lordi medi per dipendente sono aumentati in media del 3,1 pc e il costo del lavoro del 6 pc a livello tendenziale.

Nel settore terziario si e' invece registrata una diminuzione dell'occupazione dello 0,2 pc rispetto a luglio e del 3,7 pc rispetto ad agosto 1993. Il calo piu' significativo si e' registrato ancora nel ramo dei trasporti e comunicazioni (-5,7 pc); piu' contenuto il calo nei settori dei servizi alle imprese (-3,8 pc), del credito e assicurazione (-0,6 pc), del commercio, alberghi e pubblici esercizi (-0,5 pc). Anche nel comparto terziario e' diminuito il ricorso alla cassa integrazione (-17,3 pc). I guadagni lordi medi per dipendente sono aumentati dello 0,7 pc, mentre il costo del lavoro e' aumentato del 3,6 pc a livello tendenziale.

(Red/Gs/Adnkronos)