I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Helsinki. Il parlamento finlandese ha ratificato oggi l'adesione all'Unione Europea a stragrande maggioranza: 152 voti contro 45, ben oltre i due terzi necessari. Il risultato era comunque atteso, dato che i parlamentari si erano impegnati a rispettare gli esiti del referendum del 16 ottobre con il quale i finlandesi hanno detto ''si'' all'Europa con una percentuale del 57 per cento. Il primo ministro Esko Aho si e' detto ''sollevato e soddisfatto'' dal risultato. Contro l'adesione hanno votato i deputati del Partito del Centro, rappresentante degli agricoltori e decisamente antieuropeista.

Madrid. E' di un morto e tre feriti il bilancio di uno scontro a fuoco tra la polizia spagnola e i terroristi dell'organizzazione separatista basca Eta avvenuto oggi a Bilbao. Secondo le prime informazioni non ancora ufficiali, un commando ''Etarra'' composto da tre uomini ha tentato di uccidere un soldato nel quartiere di Munguia, 15 chilometri da Bilbao, ma questi e' riuscito a rispondere al fuoco, rimanendo leggermente ferito ad un braccio. Da questo momento ha avuto inizio la fuga dei terroristi verso Lujua, dove li aspettava la polizia che era stata nel frattempo allertata. Nello scontro a fuoco e' rimasto ucciso un etarra, mentre la sua compagna e un poliziotto sono rimasti gravemente feriti.

Gerico. Almeno due persone sono rimaste uccise oggi a Gaza in seguito agli scontri tra le forze dell'ordine palestinesi e alcuni gruppi di sostenitori delle organizzazioni estremiste islamiche. Secondo quanto riferito da testimoni oculari, i tafferugli hanno avuto inizio quando la polizia e' intervenuta, bloccando la marcia di protesta di migliaia di palestinesi che manifestavano in sostegno di Hamas, il gruppo terroristico che ha rivendicato la maggior parte dei piu' sanguinosi attentati degli ultimi mesi. E' la prima volta che le forze dell'ordine palestinesi usano la violenza contro i dimostranti, sempre piu' ostili a Yasser Arafat, leader del Olp e presidente dell'Autorita' nazionale palestinese.

Ankara. Almeno 14 persone, tra le quali due bambini, sono rimaste uccise in un attacco sferrato dai guerriglieri appartenenti al Partito dei lavoratori curdi (Pkk) contro il villaggio di Col, nella provincia di Siirt, nella Turchia sudorientale. L'agenzia di stampa semiufficiale Anadolu ha precisato che due abitanti del villaggio sono stati rapiti e la polizia ha gia' iniziato le operazioni per la loro liberazione.

Atene. Si fa sempre piu' alta la tensione tra Grecia e Turchia: fonti del ministero della Difesa di Atene hanno riferito che otto caccia di Ankara hanno violato ieri lo spazio aereo greco durante le esercitazioni ''Lupo marino'' in corso nel mar Egeo. Per tutta riposta alcuni aerei greci si sono subito levati in volo costringendo i turchi a tornare indietro. ''Casus belli'' tra Atene e Ankara la Convenzione sul diritto del mare di Montigo Bay del 1982 che dovrebbe estendere le acque territoriali degli stati firmatari dalle attuali sei miglia marine a dodici.

Seul. La Corea del Nord ha fatto il primo passo ''per congelare totalmente'' il suo programma nucleare clandestino, cosi' come previsto dall'accordo con gli Stati Uniti del 21 ottobre scorso. Ne ha dato notizia oggi l'agenzia di stampa di Pyongyang Kcna, citando un portavoce del ministero degli Esteri, secondo cui il regime comunista ''ha avviato i primi passi sulla via del congelamento totale dei reattori moderati a grafite''.

Nuova Delhi. Il capo delle forze armate indiane, generale a quattro stelle Bipan Chandra Joshi e' morto oggi stroncato da un attacco cardiaco. Il generale Joshi, 59 anni, e' spirato in un ospedale militare di Nuova Delhi poco dopo essere stato ricoverato d'urgenza per un malore. Entrato nell'esercito nel 1954 e il generale Joshi era stato posto a capo delle forze armate il primo gennaio 1993: e' stato il 17esimo capo dell'esercito indiano dall'agosto 1947, anno dell'indipendenza indiana dalla Gran Bretagna. (segue)

(Dis/Pan/Adnkronos)