RECOARO: TENSIONE IN CITTA' PER LIQUIDAZIONE AZIENDA (2)
RECOARO: TENSIONE IN CITTA' PER LIQUIDAZIONE AZIENDA (2)

(Adnkronos) - Invece, la lettera dell'amministratore delegato della Recoaro al presidente della giunta regionale del Veneto, Aldo Bottin (presidente del comitato di crisi della Recoaro) ha fatto precipitare la situazione. La proprieta' sostiene che i 73 miliardi di perdita del '93, il passivo di quasi 6 miliardi registrato a fine settembre, impongono questa soluzione e il trasferimento di tutta la produzione dello stabilimento di San Pellegrino. I lavoratori e le organizzazioni sindacali, dal canto loro, sostengono invece che l'azienda non e' in crisi ma e' sana e questa decisione appare come una prova di forza nei confronti dell'amminstrazione comunale e della regione Veneto per non aver approvato un piano di ristrutturazione ad uso esclusivo della S. Pellegrino-Nestle' (gruppo che detiene la proprieta' della Recoaro).

La situazione e' tesa: sono state gia' decise alcune iniziative per la prosecuzione dell'attivita' produttiva, la vigilanza degli impianti e per riaprire la partita al ministero del Lavoro martedi' prossimo. Si sta pensando anche ad uno sciopero di tutto il gruppo.

(Dac/As/Adnkronos)