I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Torino. Sono 163 i comuni piemontesi gravemente danneggiati dall'alluvione. E' stata la stessa giunta regionale a fare il punto della situazione, dopo aver stralciato i nomi da un elenco di 780 comuni che hanno avuto conseguenza dalle inondazioni e dalle frane. Domani, nel corso di un incontro con il ministro Maroni, la regione confrontera' il suo elenco con quello compilato dai prefetti.

Roma. Continua la protesta studentesca contro il caro-tasse e la politica scolastica del governo. Oggi e' toccato agli studenti milanesi. Due cortei hanno attraversato la citta'. La partecipazione e' stata stimata in 35mila persone. La manifestazione si e' conclusa a piazza Fontana con un minuto di silenzio per le vittime della alluvione. Hanno aderito alla protesta i licei milanesi occupati, gli universitari e gli studenti del'hinterland. Con una serie di slogan diretti piu' contro la Finanziaria che contro D'Onofrio, anche gli studenti della capitale si sono mobilitati. Migliaia i partecipanti, che hanno anche organizzato un sit-in in piazza Montecitorio. Cortei anche a Torino, circa 20mila persone; a Palermo; a Napoli ed a Venezia, con 10/mila giovani in piazza.

Mestre. Ancora un allarme cosa-nostra. Dopo il procuratore di Palermo, Giancarlo Caselli, a mettere in guardia sulle nuove potenzialita' della mafia e' Bruno Siclari. ''I canali finanziari della criminalita' di stampo mafioso e del malaffare politico-amministrativo, coincidono perfettamente'', ha detto Siclari a margine di un convegno sulla responsabilita' penale del consulente d'impresa. ''Dopo aver vinto alcune battaglie importanti contro il braccio armato della mafia -ha aggiunto Siclari- bisogna cambiare mentralita' e passare a colpire quello economico. Si tratta -ha concluso- di un aspetto della lotta alla mafia finora trascurato''.

(Dis/Bb/Adnkronos)