INFARTO: UN ANTICOLESTEROLO RIDUCE LA MORTALITA'
INFARTO: UN ANTICOLESTEROLO RIDUCE LA MORTALITA'

Roma, 19 nov. (Adnkronos) - E' possibile ridurre le morti per infarto abbassando il colesterolo. Un farmaco anticolesterolo, somministrato ad un paziente colpito da infarto del miocardio o angina e' in grado di ridurre del 30 per cento la mortalita' totale e del 42 per cento il rischio di mortalita' coronarica. Sono le conclusioni dello Scandinavian Simvastatin Survival Study presentato al recente congresso dell'American Heart Association e pubblicato oggi su ''Lancet''. Lo studio, condotto su 4 mila 444 pazienti per un periodo di cinque anni in 94 centri clinici di Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia, in collaborazione con i laboratori di ricerca americani Merck, ha utilizzato il farmaco Simvastatina, un inibitore della HMG-Co A reduttasi. Questo ha dimostrato, secondo il prof. John Kjekshus direttore del dipartimento di cardiologia del National Hospital di Oslo, che ''per la prima volta la riduzione del colesterolo nel sangue porta ad una riduzione della mortalita' totale confermando 50 anni di sospetto che il colesterolo e' il responsabile maggiore delle morti dovute a causa cardiaca''.

Inoltre, secondo il dottor Terje Pedersen, direttore medico dell'unita' coronarica dell'Aker University Hospital di Oslo in aggiunta al ridotto rischio di reinfarto, il trattamento con il farmaco ha ridotto la frequenza di procedure invasive usate per riaprire le arterie occluse. La riduzione e' stata del 37 per cento.

(Ria/Gs/Adnkronos)