PENSIONI: SINDACATI SCRIVONO A PIVETTI E SCOGNAMIGLIO
PENSIONI: SINDACATI SCRIVONO A PIVETTI E SCOGNAMIGLIO
LE LOTTE SINDACALI? EVENTI SOCIALI DA NON ESORCIZZARE

Roma, 19 nov.-(Adnkronos)- Cinque lunghe cartelle per spiegare i perche' della protesta contro la finanziaria, le proposte alternative e la natura delle lotte sindacali: eventi sociali che non si possono esorcizzare definendoli scioperi o manifestazioni politiche. Sergio Cofferati, Sergio D'Antoni e Pietro Larizza dopo le polemiche dei giorni scorsi hanno deciso di mettere nero sul bianco il loro pensiero e di inviarlo, con una lettera spedita il 17 novembre, ai presidenti della Camera, Irene Pivetti, del Senato, Carlo Scognamiglio e dei gruppi parlamentari.

Dopo le lotte di ottobre, lo sciopero generale e la manifestazione di Roma c'era da attendersi, scrivono, un atto di consapevolezza del governo sulle ragioni che hanno indotto undici di lavoratori ad astenersi dal lavoro e un milione e mezzo a scendere in piazza il 12 novembre.

Si tratta infatti , rilevano, di eventi sociali che non si possono esorcizzare definendoli scioperi o manifestazioni sia per l'evidente pluralismo politico e culturale dei partecipanti sia per la natura delle lotte ancorata al merito sindacale. '' Nessuno- sostengono Cofferati, D'Antoni e Larizza- ha mai pensato di usare la mobilitazioni su scopi politici. Al sindacato interessa cambiare la finanziaria nei suoi aspetti iniqui''. (segue)

(Sec/Pe/Adnkronos)