SCUOLA: ZINGARETTI (PDS) - PROTESTA NON E' POCA VOGLIA DI STUDIARE
SCUOLA: ZINGARETTI (PDS) - PROTESTA NON E' POCA VOGLIA DI STUDIARE
DA LUNEDI' CONSULTAZIONE NELLE SCUOLE SU RIFORMA

Roma, 19 nov. (Adnkronos) - La protesta degli studenti italiani non e' data dalla ''poca voglia di studiare'' ma dalla politica perseguita dal Governo. Lo sostiene, in una nota, Nicola Zingaretti, coordinatore nazionale della sinistra giovanile.

''Le manifestazioni studentesche che si sono svolte in molte citta' d'Italia negli ultimi giorni -afferma- dimostrano chiaramente che le mobilitazioni non sono frutto della 'poca voglia di studiare che si ripresenta ad ogni inizio di anno scolastico' come commentavano ieri alcuni quotidiani nazionali, ma si inseriscono all'interno di una protesta diffusa nel Paese, contro la politica sociale ed economica che il governo sta perseguendo''.

''In tutte le citta' -prosegue Zingaretti- gli studenti hanno dato vita a cortei non-violenti, pacifici e colorati, ai quali hanno partecipato anche molte delegazioni di lavoratori e sindacati, quasi a significare un nuovo 'patto sociale' tra le diverse generazioni. Sicuramente queste giornate di lotta segnano una fase di passaggio all'interno delle mobilitazioni dall'organizzazione della protesta di progetti alternativi a quelli partoriti dai Ministri della Pubblica Istruzione, dell'Universita' e dei loro colleghi. Da lunedi' -conclude- la Sinistra Giovanile nel Pds lancera' (visto che quella proposta dal Ministero si e' rivelata ridicola ed inesistente) in tutte le scuole una consultazione di tutti gli studenti sulla proposta di riforma del ministro D'Onofrio''.

(Red/Pe/Adnkronos)