CALCIO: IL CT DEI FRATI CONSIGLIA SACCHI
CALCIO: IL CT DEI FRATI CONSIGLIA SACCHI
''UN GESTO NOBILE... DIMETTITI''

Sassuolo, 19 nov. (Adnkronos) - Un ''gesto nobile'' da parte di Arrigo Sacchi, cioe' ''dimettersi spontaneamente'', viene richiesto dal Ct dei frati cappuccini, padre Sebastiano Bernardini, a proposito delle polemiche scaturite dalla sconfitta dell'Italia con la Croazia ed ai risultati scadenti che gli azzurri di Sacchi in questi ultimi tempi hanno evidenziato.''Sacchi deve capire-dice all'Adnkronos padre Sebastiano-che non puo' piu' continuare a farsi crocifiggere da tutti considerato che non ha problemi di soldi e ne gli manchera' l'opportunita' di andare ad allenare in qualche altra squadra di prestigio. Quindi sarebbe meglio se prendesse da solo una decisione del genere''.

Il Ct dei frati cappuccini ricorda che nello sport quando si vince si e' sempre sugli allori:''Come capitava a Fiorenzo Magni e ad altri tecnici, tra cui Vicini o Bearzot o Trapattoni -aggiunge- quando si scende dal piedistallo dove i tifosi e la stampa lo avevano collocato, allora sarebbe bello lasciare spazio ad altri. Chissa', potrebbe essere un gesto che valorizzerebbe anche la sua immagine di allenatore di calcio e di uomo di fede''.

Frate Bernardini aggiunge: ''Se Sacchi non prendera' una decisione del genere non e' giusto continuare a crocifiggerlo. Vuol dire che ha ancora qualche speranza: cioe' far giocare quel calcio spettacolo che nessuno fino ad oggi e' riuscito a vedere nella sua nazionale. Eppure sono passati tre anni da quando Matarrese lo ha ingaggiato e nessuno di noi ha mai visto una gara della nazionale nitida e priva di intoppi. Ecco dimettersi dovrebbe essere il gesto di Sacchi. Nobilissimo...''.

(Flo/Pe/Adnkronos)