AMBIENTE: L'OCSE TASTA IL POLSO ALL'ITALIA (2)
AMBIENTE: L'OCSE TASTA IL POLSO ALL'ITALIA (2)

(Adnkronos)- Un punto preliminare fondamentale per inquadrare il senso del lavoro, e' che l'Ocse sottolinea fortemente, e' ''l'importanza della densita' di popolazione e dell'alto livello di industrializzazione del paese'', insieme al ''ruolo importante delle regioni nella gestione del paese, l'importanza del suo patrimonio culturale e la sua struttura economica, fortemente tributaria delle importazioni di energia''.

Potenziamento delle istituzioni ambientali nazionali e relativa gestione. All'Ocse, anzitutto, e' piaciuto molto lo strumento del Piano triennale, e da' atto al ''giovane ministero dell'Ambiente'' di aver elaborato con esso ''uno strumento per coordinare integrare l'attivita' dei diversi ministeri'' e di aver ''promosso nuove e spesso innovative leggi e disposizioni''. L'Ocse sottolinea pero' la ''relativa debolezza delle istituzioni preposte alla tutela ambientale e la complessita' delle norme che creano problemi sia ai cittadini, che alla pubblica amministrazione''. In questo senso l'organizzazione ha espresso cinque raccomandazioni sulle risorse umane del ministero, sull'Agenzia nazionale per l'ambiente, sui finanziamenti, sulla semplificazione legislativa e sui meccanismi di verifica dei risultati.

Potenziamento della gestione ambientale regionale e locale. L'Ocse insiste sulla necessita' di ''migliorare il collegamento tra governo centrale e regioni, in particolare per quanto riguarda le attivita' di pianificazione e i meccanismi della spesa ambientale''. A livello locale rileva la necessita' di ''un serio sforzo per combattere la fiacchezza con la quale e' stato amministrato il patrimonio ambientale italiano''. L'Ocse raccomanda in proposito di ''precisare le responsabilita' delle regioni e di responsabilizzarle finanziariamente'', e suggerisce la ''creazione di squadre mobili di monitoraggio in sede centrale per verificare l'applicazione delle leggi nazionali e il rispetto degli accordi internazionali''. (segue)

(Ata/Bb/Adnkronos)