I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Roma. La Camera ha approvato la legge Finanziaria 1995. A favore hanno votato 223 deputati, 159 contrari su 382 presenti l'assemblea. La maggioranza richiesta era di 192 voti.

Roma. ''Ora il governo e' piu' forte''. Questo il secco commento rilasciato dal vice presidente del consiglio Tatarella all'uscita dal consiglio dei ministri, convocato da Berlusconi alle 10.30, sospeso dopo un'ora per le votazioni alla Camera e rinviato alle 18.00 di oggi pomeriggio. Secondo Antonio Tajani, portavoce di Forza Italia, il partito di Berlusconi sta scontando ''il prezzo della finanziaria'', ma prima di parlare di sconfitta bisogna ''aspettare il ballottaggio''. ''I dati -ha detto il segretario del Ppi, Rocco Buttiglione- mostrano che sbaglia chi pensa che il nostro elettorato debba per forza andare a destra: non e' cosi' se ci sono gli uomini e i programmi giusti''.

Roma. Il consiglio dei Ministri riunitosi oggi, alle ore 10,55, a palazzo Chigi, sotto la presidenza del vice presidente del consiglio dei ministri, Giuseppe Tatarella ha ascoltato una relazione del ministro Maroni sulla situazione delle zone colpite dall'alluvione e, in particolare, sugli interventi finora attuati e programmati nel breve periodo, nonche' sugli incontri avuti con le autorita' locali. Il consiglio dei Ministri ha, poi, approvato in via definitiva il testo del decreto-legge gia' esaminato nella precedente riunione, che e' stato oggetto di coordinamento tra le amministrazioni interessate.

Napoli. ''Quando gli Stati decidono di adottare misure atte a contrastare la criminalita' transnazionale, quando decidono di cooperare ed adoperarsi in tale direzione, la societa' legale riacquista tutta la sua forza ed il suo vigore: e' in nome di questa lotta per la legalita' e contro il crimine transnazionale che siamo riuniti oggi qui a Napoli''. Lo ha dichiarato il segretario generale dell'Onu, Boutros Boutros-Ghali, in apertura della conferenza mondiale dell'Onu contro la criminalita' organizzata transnazionale che si e' aperta oggi a Napoli. Dal canto suo il presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro, intervenendo alla Conferenza ha voluto ricordare il giudice Giovanni Falcone'', la cui memoria Scalfaro ha voluto associare a tutti i magistrati, e tutti gli altri uomini che nelle diverse parti del mondo in ''questa difficile battaglia hanno lasciato la vita''.

Vienna. Flessione dei prezzi petroliferi nel corso della settimana scorsa: secondo i dati resi noti oggi dal segretario dell'Opec, il prezzo medio del greggio e' sceso a 16,46 dollari per barile contro i 16,97 della settimana precedente. In ottobre il prezzo medio era di 16,31 dpb, contro i 15,71 di settembre e i 16,86 di agosto. Durante il terzo trimestre dell'anno il prezzo del greggio e' oscillato attorno ad una media di 16,68 dpb, con un aumento di circa 1 dollaro per barile rispetto al trimestre precedente. (segue)

(Dis/Pan/Adnkronos)