BERLUSCONI: FEDE A D'ALEMA, NON SIA IMPAZIENTE
BERLUSCONI: FEDE A D'ALEMA, NON SIA IMPAZIENTE

Roma, 22 nov. -(Adnkronos)- ''L'opinione del direttore'', l'editoriale di Emilio Fede andato in onda questa sera al Tg4 era dedicato all'avviso di garanzia spedito al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. ''C'e' forse un grande vecchio dietro la strategia della tensione che utilizza una vicenda giudiziaria, che vorrebbe utilizzare -e' meglio dire- una vicenda giudiziaria per tentare di buttare giu' questo governo, per sostituirsi a berlusconi. iindividuarlo, -dice fede- non sara'difficile''.

''Se qualcuno ha pagato per ottenere favori dalla guardia di finanza, -prosegue fede- certamente non era Berlusconi. E non ci sarebbe alcuna prova che ne fosse stato neppure informato''. Ma atterra' alla giustizia valutare i sospetti, le prove nei tempi piu' rapidi e opportuni. Certo c'e' chi non ha tempo da perdere. Vorrebbe tutto e subito, dal punto di vista politico. Non solo il grande vecchio. Anche D'Alema, il quale oggi, non ci crederete, ha dichiarato 'con Bossi, Buttiglione e Segni siamo pronti a governare'. E avete appena sentito Bossi dire 'non si vede perche' per questo avviso di garanzia il governo debba cadere'. Caro D'Alema, aspetti, abbia pazienza. Non sia frentico nella sua voglia di potere. Soprattutto sia garantista, perche' cosi' dichiarando, lei garantista non e'''.

''L'opinione pubblica -conclude Fede- sapra' valutare, meglio di ogni altro, anche questo avviso di garanzia per il quale la giustizia va rispettata cosi' come i diritti umani di Berlusconi cittadino della Repubblica e Capo del Governo come per chiunque altro. Qualcun'altro ai vertice dello Stato, l'ha gia' sperimentato''.

(Com/Pan/Adnkronos)