PROTAGONISTI DEL '900: DOPO SIRONI, CARLO CARRA' (1881-1966)
PROTAGONISTI DEL '900: DOPO SIRONI, CARLO CARRA' (1881-1966)
CONTINUA ''L'AFFRESCO ITALIANO''

Roma, 9 dic.(Adnkronos)- Di anno in anno, la Galleria nazionale d'Arte moderna di Roma, porta avanti il 'grande affresco' della pittura italiana del '900. Una pittura di valore assoluto che da tempo affascina gli europei, i francesi in particolare.

Il 9 dicembre dello scorso anno anche il critico piu' navigato frenava a stento l'emozione davanti alle 400 opere di Mario Sironi esposte nelle nuove sale della Galleria Nazionale d'Arte Moderna, a Valle Giulia, e mai viste tutte insieme. Piu' che ad una mostra si era davanti ad un modello di quello che dovrebbe essere il 'Museo Sironi'.

I quesiti erano tanti: perche' soltanto nel 1993 - a 32 anni dalla morte- la prima antologica del grande artista, sia pure ''la piu' vasta e completa mai allestita''? perche', fino a ieri, tanto livore verso la sua opera, da parte di storici e critici politicamente schierati; perche', in definitiva, tanto oblio per Sironi ed altri pittori italiani del Novecento che farebbero la gloria di ogni capitale straniera?

Quest'anno -con inizio il 15 dicembre- e' il turno di Carlo Carra' (1881-1966), artista meno strapazzato dalla storia dell'arte militante e tuttavia relegato spesso in ruoli patetici: una sorta di poeta dell'arcaismo, mito inseguito dall'arte del novecento.(Segue)

(Pal/Bb/Adnkronos)