COMMERCIO ESTERO: L'ITALIA IN CINA (3)
COMMERCIO ESTERO: L'ITALIA IN CINA (3)

(Adnkronos)- L'economia cinese, in forte crescita, apre interessanti opportunita' agli operatori italiani. L'Ice, per l'anno in corso, ha programmato piu' di 40 iniziative nella Repubblica popolare. Per un investimento che, a livello promozionale, dovrebbe ammontare a circa 6 miliardi di lire, che saliranno a 9 miliardi e mezzo nel 1995.

Tutti gli indicatori economici, in Cina, si stanno muovendo secondo le linee tracciate dal Governo di Pechino. Alla fine di quest'anno, il prodotto interno lordo dovrebbe registrare una crescita dell'11,5 per cento, mentre l'inflazione dovrebbe attestarsi intorno al 19,5 per cento, con punte del 25-30 nelle grandi citta'.

Il volume dell'interscambio cinese e' in sensibile espansione. Nel '93, aveva registrato un aumento del 18,1 per cento rispetto al '92. E' vero che la Cina, nel '93, ha registrato un deficit commerciale di 12,2 miliardi di dollari, e che la previsione e' che aumenti ancora. Ma -secondo gli esperti- la veloce crescita delle importazioni non e' un grosso problema, perche' gran parte di queste e' costituita da macchinari e materiali industriali destinati alle molte joint venture in parte finanziate dall'estero, e per le quali si prevede una rapida crescita economica. (segue)

(Red/As/Adnkronos)