FINANZIARIA: GRILLO, UN 'INCIDENTE' PENSIONI D'ANNATA
FINANZIARIA: GRILLO, UN 'INCIDENTE' PENSIONI D'ANNATA
LA MANOVRA ESCE PRESSOCHE' INTATTA

Roma 9 dic. - (Adnkronos) - La manovra esce dalla commissione Bilancio di Palazzo Madama ''pressoche' intatta''. E' soddisfatto il sottosegretario alla Presidenza, Luigi Grillo, della tenuta complessiva della finanziaria, se non fosse per quell'''incidente di percorso'' causato dall'anticipazione a febbraio dell'adeguamento delle pensioni d'annata che profila ritocchi Iva e aumenti dei contributi previdenziali per 2.800 miliardi di lire.

Un errore che sara' eliminato in aula, assicura, ''e di cui si e' resa conto anche la Lega, che mi ha garantito che votera' contro l'emendamento''. Le conseguenze economiche dell'anticipo, d'altra parte, porrebbero non pochi problemi all'esecutivo costretto all'uso della leva fiscale. ''Aumentare l'Iva - ha spiegato ancora Grillo nel corso di una conferenza stampa - significherebbe riattizzare l'inflazione che invece con questo governo sta scendendo. Per non parlare dei contributi previdenziali che dovrebbero aumentare in misura anche maggiore dello 0,1 per cento preventivato. Senza contare che abbiamo sempre detto che non avremmo usato l'arma fiscale.''

''L'emendamento presentato dai progressisti e' stato una furbettata -continua- un intervento a gamba tesa che ha raccolto per la confusione e per caso voti che non avrebbe dovuto raccogliere''. E il governo sembra tranquillo tanto che ieri, nel corso di una riunione tra i ministri economici, nessuna soluzione alternativa alla manovra fiscale sarebbe stata presa in considerazione. Lontano dalle intenzioni dell'esecutivo anche il ricorso ad un possibile voto di fiducia sull'articolo 15 per garantirsi il risultato. (segue)

(Tes/Zn/Adnkronos)