FINANZIARIA: MINIATI, PER PENSIONI D'ANNATA MENO DI 2.600 MLD
FINANZIARIA: MINIATI, PER PENSIONI D'ANNATA MENO DI 2.600 MLD
IL GOVERNO PUNTA ALLA ''SOLUZIONE FINALE''

Roma 9 dic. (Adnkronos) - ''Quando il governo parla di pensionati, la matematica diventa una opinione''. Cosi' Silvano Miniati segretario generale della Uil pensionati, sintetizza i conti del governo sull'effetto dell'emendamento approvato da Palazzo Madama che ha anticipato a febbraio l'adeguamento delle pensioni d'annata. Secondo la Uil, infatti, l'onere non supererebbe i 1.700 miliardi.

''Il governo fa finta di non sapere - dice Miniati - che si tratta di pensionati tra i 75 e i 90 anni. Fa finta di non saperlo ma lo sa benissimo e forse per questo propone continui rinvii, puntando sulla soluzione 'finale' del problema''. Secondo il sindacato, infatti, l'eta' molto avazanta dei soggetti abbassa di molto la probabilita' che tutti i pensionati possano beneficiare dell'aumento, considerando anche il fatto che alla vedova, o comunque ai superstiti, spetta un importo dimezzato.

(Red/Bb/Adnkronos)