TELECOM: QUOTA STET SALE AL 57 PER CENTO
TELECOM: QUOTA STET SALE AL 57 PER CENTO

Roma, 9 dic. (Adnkronos) - Sale al 57 per cento la quota con cui la Stet controlla Telecom Italia. L'assemblea di Telecom, presieduta da Umberto Silvestri, ha, infatti, approvato oggi a Torino, in sede straordinaria, il conferimento in apporto al capitale sociale del credito della Stet di lire 4.496 miliardi nei confronti di Telecom Italia, originariamente maturato dallo Stato verso l'Iritel a seguito del trasferimento degli impianti e dei beni appartenenti all'Asst e all'amministrazione postale.

Con questa operazione viene completato l'iter previsto dalla legge 531 del 1993. L'aumento di capitale, per un importo di 956,6 miliardi, avverra' mediante l'emissione di 956.595.744 azioni ordinarie del valore nominale di lire 1000 ciascuna, con godimento dal primo gennaio 1994, al prezzo unitario di 4.700 lire, di cui 3.700 lire di sovrapprezzo, da assegnare alla Stet a fronte dell'apporto del credito vantato.

Tale valore era stato indicato dalla Albertini & C. Sim e dalla J.P. Morgan ed e' stato ritenuto congruo dal Collegio Sindacale, dalla societa' di revisione Arthur Andersen e dall'esperto designato dal Presidente del Tribunale di Torino.

L'assemblea ha deliberato, inoltre, in sede straordinaria l'autorizzazione all'utilizzo della riserva da rivalutazione per il pagamento dell'imposta sul patrimonio netto delle imprese relativca all'esercizio 1994. (segue)

(Red/As/Adnkronos)