MOTOCICLISTI: LA TUTA COME L'UTERO MATERNO
MOTOCICLISTI: LA TUTA COME L'UTERO MATERNO
LO STUDIO DI UNO PSICANALISTA

Roma, 10 dic. (Adnkronos) - La tuta di pelle che indossano i motociclisti rappresenta l'utero materno. Ma non solo. I bolidi a due ruote, che i ''centauri'' ''cavalcano'' ad alta velocita', sono simboli fallici che ''offendono, feriscono e fanno sanguinare''. E' quanto emerge da un singolare studio condotto sugli amanti delle moto dallo psicanalista Ivan Battista, collaboratore di Aldo Carotenuto, ordinario di psicologia della personalita' alla Sapienza di Roma.

''Il capo d'abbigliamento piu' adatto per andare in moto -si legge nel libro 'Kentauros, istinto e ragione nella psicologia del motociclista', appena pubblicato da Pieraldo Editore- e' la tuta di pelle. Ce ne sono di svariati tipi, dalle piu' professionali alle turistiche, ma tutte hanno come caratteristica la praticita'. La tuta del motociclista e' facilmente assimilabile ad una corazza e la corazza e' da sempre considerata un simbolo femminile, materno-uterinico. La corazza, come l'elmo e lo scudo, ingloba, avvolge e protegge, proprio come farebbe una madre accorta ed amorevole''.

Se l'abbigliamento di pelle dei Centauri ''viene paragonato ad una corazza e' inevitabile che l'atto di indossarla va inteso, come una sorta di regressio ad uterum -si legge ancora- Ma e' il ritorno a un utero succedaneo, simbolico e alternativo; la tuta e' una madre protettrice ma priva di una seppur minima influenza sulle nostre scelte, e ci dona il privilegio di un legame che non lega''. (segue)

(Gia/Zn/Adnkronos)