REGIONE SICILIA: IL BILANCIO AL VAGLIO DEI SINDACATI
REGIONE SICILIA: IL BILANCIO AL VAGLIO DEI SINDACATI

Palermo, 10 dic. -(Adnkronos)- Un documento di ''valutazioni e proposte'' per la ''riscrittura in chiave anticiclica'' del bilancio regionale di previsione per il 1995 e' stato adottato stamane dalle segreterie siciliane di Cgil, Cisl e Uil. Il documento sara' consegnato lunedi' ai rappresentanti del governo e dell'assemblea regionali.

In particolare, i sindacati puntano l'indice contro ''il perpetuarsi del ricorso ai cosiddetti mutui cartolari'' cioe', a finzioni contabili, ''soltanto formalmente corrette'', che falsano i dati complessivi rendendo ''di fatto squilibrato'' lo strumento per eccellenza della politica regionale.

La Sicilia -si legge tra l'altro- e' l'unica regione dotata di autonomia finanziaria. E il problema e' che ''ci troviamo di fronte a un meccanismo perverso che da' copertura finanziaria fittizia a 8.000-10.000 miliardi di spesa''. Una cifra ragguardevole (un terzo circa) sul totale di 23 mila miliardi di spesa previsti per il '95, e destinati in gran parte alle attivita' correnti (16.100), e in piccola parte a quelle in conto capitale (circa 8.000). Pertanto, la situazione e' ''estremamente preoccupante'', dal momento che c'e' il rischio che la regione non possa ''onorare gli impegni di spesa, soprattutto quelli per investimenti''. Da qui, la richiesta di riscrittura del bilancio per recuperare risorse da destinare allo sviluppo.

(Com/Pn/Adnkronos)