ARCHEOLOGIA: POMPEI E VELEIA, ''DOPPIO COMUNE DESTINO'' (2)
ARCHEOLOGIA: POMPEI E VELEIA, ''DOPPIO COMUNE DESTINO'' (2)
PROPOSTA: UNA RICERCA DEGLI STUDENTI MEDI

(Adnkronos) - La statua del notabile locale e' stata ritrovata, prima degli attuali scavi, accanto a quella dell'Imperatore. I ''localismi produttivi'' del centro e del Nord-Est d'Italia, coniati dal Censis, emergono anche dalla tradizione piu' antica.

Dalla cooperativa culturale Le Due Citta' e' stato proposto di affidare agli studenti medi dell'area di Veleia un ricerca sul campo, raccogliendo in biblioteche ''anche private e comunque di non facile accesso'' tutti i documenti utili alla ri-scoperta dell'antico insediamento. Analoga iniziativa si potrebbe attuare fra gli studenti medi di Pompei in nome del ''doppio comune destino''.

Dalla ''damnatio memoriae'' dei liguri di Veleia, nel I secolo a.C., si passa alla 'damnatio' degli stessi occupanti, nel III-IV secolo d.C. Ora si tratta di stabilire che fine fecero i primi abitanti. L'ipotesi 'classica' e' che i Liguri ''siano stati deportati, massacrati, come successo altrove in aree abitate da popolazioni ostili a Roma''. (E' sufficiente sfogliare la storia dei Marsi a Lucera e Venosa, o ancora dei Liguri in Lunigiana).

Sulle cause della fine di Veleia si fa invece sempre ''piu' attendibile l'ipotesi di una calamita' naturale, probabilmente una frana che in breve inghiotti' il centro abitato.''

E infatti: ''dovette trattarsi di un evento improvviso'' (come l'eruzione del Vesuvio a Pompei, quasi un secolo prima, nel 79 a.C.) ''che costrinse gli abitanti ad un abbandono in tempi rapidi''. Diciamo, piu' realisticamente, ad una fuga disperata e senza ritorno.

Non si spiegherebbe altrimenti l'abbandono, oltreche' di opere monumentali anche di singoli preziosi reperti in bronzo (a cominciare da quella 'Tabula veleiatae', oggi al Museo archeologico di Parma) che per primi erano caricati sui carri in caso di trasferimento degli abitanti in una nuova sede o di fronte ad un pericolo distruttivo e prevedibile.

(Pal/As/Adnkronos)