I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Sarajevo. E' stata rinviata di 12 o di 24 ore l'entrata in vigore della tregua nella Bosnia Erzegovina prevista per oggi. Lo ha riferito Alexander Ivankov, portavoce delle truppe delle Nazioni Unite a Sarajevo, precisando che il mediatore dell'Onu, Yasushi Akashi, non e' riuscito a chiarire alcuni dettagli ancora pendenti tra rappresentanti serbi e musulmani. Il cessate il fuoco era stato deciso martedi' in seguito alla mediazione dell'ex presidente statunitense Jimmy Carter: secondo i piani, la cessazione delle ostilita' dovrebbe avere una durata di almeno quattro mesi.

New York. Nel corso del popolare talk show della Cnn, il Larry King Live, il segretario generale delle Nazioni Unite Butros Ghali ha ammesso che la missione dell'ex presidente americano Jimmy Carter ha creato un nuovo ''momento'' nei negoziati di pace per i Balcani. Ma, ha aggiunto, dovra' essere il comando dei caschi blu in Bosnia a negoziare il processo di pace. Secondo Butros Ghali, che si dice pronto a ricandidarsi alla carica fra due anni, il primo passo da compiere e' quello di consolidare il cessate il fuoco ottenuto da Carter per poi negoziare i punti piu' importanti del piano di pace. Il segretario generale ha poi accoratamente difeso l'operato dei caschi blu, affermando che il loro scopo non era quello di imporre la pace ma di aiutare gli oltre 200mila rifugiati, stabilire un cessate il fuoco tra croati e serbi e prevenire un allargamento della guerra alla vicina Macedonia.

Roma. Giornate di grande importanza per il processo di pace in Medio Oriente, soprattutto per la ripresa, su un piano totalmente nuovo e piu' concreto, dei negoziati fra Siria e Israele a Washington. In una intervista all'Adnkronos, l'ambasciatore israeliano in Italia, Avi Pazner, spiega le novita' piu' importanti degli sforzi in corso per la distensione nella regione e crede di poter anticipare un prossimo incontro fra il leader palestinese Yasser Arafat e il premier israeliano Ytzhak Rabin. Un incontro, spiega Pazner in procinto a partire per Israele, che si svolgera' nei prossimi giorni, prima del nuovo round di negoziati che si apriranno al Cairo fra nove giorni, per sciogliere il nodo delle elezioni palestinesi e discutere dei problemi della sicurezza. Israele ha chiesto che il suo svolgimento avvenga al confine fra Gaza e lo stato ebraico.

Madrid. Mario Conde, 45 anni, ex presidente del Banco di Credito spagnolo (Banesto), e' stato arrestato oggi con l'accusa di aver condotto l'istituto bancario al fallimento. L'ordine di custodia cautelare, al termine di un interrogatorio record lungo 37 ore, e' stato emesso dal guidice istruttore di Madrid, Manuel Garcia-Castellon. Peculato, appropriazione illecita di denaro e falsificazione di documenti sono solo alcuni dei reati contestati dalla magistratura spagnola a Conde e ad altri 12 funzionari del Banesto. La settimana scorsa, era gia' stato arrestato Arturo Romani, ex vicepresidente della Banca e braccio destro di Conde.

Kuala Lumpur. Ci vuole qualche sana vergata per far fronte al dilagare della corruzione. Almeno questa sembra la convinzione del parlamento malese che ha deciso di punire evasori fiscali, corruttori e traffichini di ogni genere con una buona dose di vergate. Lo ha annunciato questa mattina il ministro della Giustizia, Syed Hamid Albar, il quale ha precisato che la decisione presa non sottintende una volonta' punitiva quanto il desiderio di ''provocare nei colpevoli un sentimento di vergogna''. (segue)

(Dis/As/Adnkronos)